Viaggi di gusto

Con le ciaspole in Val Malenco: camminare tra le nuvole

By 7 Aprile 2013 2 Comments

Non ancora stanche della neve, anzi, spinte da po’ di ansia da fine stagione, io e Valentina ci siamo regalate, qualche settimana fa, un week end in montagna. Per immergerci completamente nella natura, e goderci nel modo migliore la neve, abbiamo deciso di affrontare, non senza un po’ di fatica, un itinerario con le ciaspole, in Val Malenco, nei pressi di Chiesa in Val Malenco (SO). Ad accompagnarci, c’erano i relativi fidanzati, che come noi, hanno apprezzato i meravigliosi paesaggi lungo il cammino.

Un’escursione sulle ciaspole è un modo alternativo di vivere la montagna in inverno. Non solo permette di vedere paesaggi altrimenti non raggiungibili, ma riesce a portare l’escursionista a un livello di connessione con la natura non paragonabile ad altri sport più popolari. Non per caso la ciaspolata è diventata, negli ultimi tempi, molto di moda; Rifugi, Alberghi ed Enti di vario genere organizzano escursioni diurne e al chiaro di luna.
Noi ci siamo affidate al Rifugio Zoia (mq. 2021), che ha organizzato l’escursione guidata con le ciaspole e il dopo escursione.

Il racconto dell’escursione

Non avendo gomme da neve, preferiamo lasciare la macchina nel paese di Franscia e ci facciamo venire a prendere dalla Jeep del Rifugio.

 

Ciaspole-Valmalenco-Jeap-3Ciaspole-Valmalenco-Jeap-

 

 

 

 

 

 

Giusto il tempo per lasciare gli zaini e cambiarci, e siamo subito pronti a partire. All’incirca intorno alle 15.00, infilate le ciaspole a noi escursionisti (una quindicina in tutto), la guida alpina inizia a farci strada.

Ciaspole-Valmalenco-preparazione Ciaspole-Valmalenco-primo-tratto

 

 

 

 

 

 

 

Ciaspole-Valmalenco-gradino

Il primo tratto del percorso è in salita, la neve è battuta e l’entusiasmo da inizio escursione ci fa salire senza problemi. In un tratto in discesa, a fianco di una parete rocciosa, incontriamo invece la prima difficoltà: un grosso scalino sul sentiero mi fa pensare che con le ciaspole devo ancora prenderci confidenza!

 

 

 

Proseguiamo sul sentiero che per il momento è ancora battuto; è passata all’incirca un’ora e mezza e la fatica si fa sentire!! Non è semplice camminare sulla neve a queste altitudini. Vedere il paesaggio che ci circonda, però, ripaga di tutta la fatica. Circondati dalla neve, mi sembra di camminare tra le nuvole!

 Valmalenco

Arriviamo al nucleo di Prabello dove, assieme alla piccola chiesetta, sorge anche il Rifugio Cristina (2226 m.).

Ciaspole-Valmalenco-Prabello

Proseguiamo lungo la strada battuta dalle motoslitte, passiamo un torrente e raggiungiamo l’Alpe di Campagneda, poco oltre la quale sorge il Rifugio Cà Runcasch. Da qui attraversiamo il successivo piano puntando alla base del Pizzo Scalino.

Ciaspole-Valmalenco-rifugio

 

È ora di rientrare, e qui inizia il bello: scordiamoci la pista battuta e sporchiamoci le ciaspole nella neve alta.

Sulla via del ritorno il timido sole che prima ci accompagnava lascia spazio a nuvole basse, la temperatura precipita e l’umidità è alle stelle!

 

Ciaspole-Valmalenco-nuvole basse

Con il “fuori pista” risparmiamo molto tempo e in breve riprendiamo il tratto di percorso battuto dell’andata. Ora è tutto in discesa e dopo poco torniamo al Rifugio Zoia, sono quasi le sette di sera.

Arriviamo al Rifugio distrutti ma col sorriso stampato sulla faccia paonazza. La soddisfazione di aver terminato il percorso e il ricordo di paesaggi indimenticabili, si uniscono alla felicità di vedere un tavolo pieno di torte della casa, cioccolata e Vin brûlé, pronto ad aspettarci nel ristorante del Rifugio. Con quest’abbondante merenda inauguriamo il dopo escursione! Il racconto di questa seconda parte del week end, tra pizzoccheri, bresaola e passeggiata a Chiesa Val Malenco, è affidato a Valentina!

Il Rifugio Zoia si trova in località Campo Moro, in Valmalenco (Valtellina, Sondrio).

Per informazioni e prenotazioni:

Tel. 0342/451405

Abitazione: 0342/452450

Cell. 348/3106446

e-mail: rifugiozoia@gmail.com

www.rifugiozoia.it

Non vi preoccupate, avete ancora tempo, in Val Malenco si ciaspola fino a maggio!!!  😀

Sara

 

2 Comments

Leave a Reply