Senza categoria

Due piatti “di riciclo” della tradizione altoatesina: provati e approvati!

By 1 Ottobre 2012 2 Comments

Knödel
I famosi Knödel (canederli) sono il piatto “di riciclo” per eccellenza della tradizione altoatesina, il cui ingrediente principale è il pane raffermo.
I primi testi a citare questo piatto sono quelli rinascimentali,  ma ciò non ne cambia l’origine contadina. La ricetta originale prevede infatti ingredienti poveri ma gustosi e tutti prodotti nei masi: pane, uova, farina di frumento o segale, speck e latte.
Siete pronti a riproporla ai vostri ospiti? Sarà un successone… Garantisco io! 😉

Ricetta dei canederli di speck
(dello Chef Manuel Astuto del Parkhotel Laurin di Bolzano)
Ingredienti per 4 persone:
80 g. di speck tagliato a dadini
mezza cipolla
150 g. di pane raffermo
20 g. di burro
40 g. di farina
100 ml di latte o acqua
2 uova
Per il condimento:
1 c di prezzemolo o erba cipollina tagliati finemente
burro fuso
Preparazione
Tagliare prima il pane a dadini e poi la cipolla. Rosolare la cipolla nel burro per poi unirla al pane e formare un composto. Mescolare poi farina e speck. Poi aggiungere anche le uova, il latte, il prezzemolo e il sale e incorporare il tutto alla massa del pane. Far  riposare l’impasto per 15 minuti e poi formare i canederli (pressando bene all’inizio in modo che venga espulsa tutta l’aria al loro interno), che andranno poi cotti in acqua salata per 15-20 minuti.

canederli

Un’idea carina se vi sono avanzati canederli dal giorno prima? Un’ insalata di canederli con pomodorini, cipolle di tropea e basilico: un “riciclo” del riciclo con una ricetta semplice ma gustosa!

Scheiterhaufen
Tradotto letteralmente sarebbe il “rogo”, ma lo Scheiterhaufen è semplicemente uno sformato dolce fatto utilizzando sempre pane raffermo, mele, nocciole, latte, panna, uova e burro.
Questo dolce mi ha stupito particolarmente: non pensavo si potesse creare una delizia del genere “riciclando” il pane del giorno prima! Lo proverò il prima possibile… Ed ecco a voi la ricetta! (sempre a cura dello Chef Manuel Astuto del Parkhotel Laurin di Bolzano)

Ricetta dello Scheiterhaufen: sformato dolce a base di pane e mele
Ingredienti per 4 persone:
200 g. di mele
40 g. di nocciole o mandorle grattugiate
1 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di scorza di limone grattugiata
40 g. di treccia lievitata (vecchia di qualche giorno) oppure panini o pane per toast
Per la glassa:
80 ml. di panna
80 ml. di latte
2 uova
2 cucchiai di zucchero
Inoltre:
burro e pane per rivestire gli stampi
Preparazione:
Sbucciare le mele, eliminare i semi e tagliarle a fettine sottili. Mescolare le nocciole (o le mandorle) con lo zucchero, la scorza di limone e le mele. Tagliare poi a dadini la treccia lievitata e unirla al composto.
Ungere l’interno di 4 stampi col burro e cospargerli di pane grattugiato, per poi versarvi il composto dentro.
Mescolare gli ingredienti per la glassa (panna, latte, uova e zucchero) e versare la soluzione sul composto di mele. Foderare l’interno di una pentola con della carta da forno, versarvi due dita d’acqua, posarvi gli stampi e mettere a cuocere in forno a 180° per 20 minuti.
Servire con una salsa alla vaniglia o alla cannella.

Scheiterhaufen

E buon appetito, anzi come si dice in Alto Adige… Mahlzeit! 😉

Valentina

 

2 Comments

Leave a Reply