News

Il Perù della produzione e del turismo sostenibile si presenta a Terra Madre Salone del Gusto

By 26 settembre 2016 No Comments

Si chiama “Al Turista lo Nuestro” ed è un’iniziativa a cura del Ministero del Commercio Estero e del Turismo del Perù (MINCETUR) volta alla promozione, nei principali luoghi turistici del paese, di servizi e prodotti regionali sostenibili e che coinvolge imprese, associazioni di produttori agroalimentari, associazioni di artigiani ma anche hotel ed erogatori di servizi che fanno della sostenibilità la propria bandiera, utilizzando come fornitori i produttori selezionati appunto.

Io l’ho scoperta in occasione dell’ultima edizione di  Terra Madre Salone del Gusto di Torino, recandomi allo stand dedicato all’interno di un Parco del Valentino gremito di curiosi e appassionati di eccellenze enogastronomiche come me.

Ad accogliermi ho trovato Natalia Acosta Rivera, Coordinatrice di “Al Turista lo Nuestro” per la Direzione Generale Strategia Turistica del Ministero, che mi ha presentato quattro importanti produttori peruviani che provengono dalle regioni di Arequipa, Cuzco e Puno e che hanno aderito con entusiasmo al programma.

Il primo produttore con cui parlo è una donna e si chiama Reyna Callata Chaco e rappresenta l’azienda Arapa S.A.C che si occupa di allevamento, trasformazione e commercializzazione di trote biologiche

Si chiama “Al Turista, lo Nuestro” ed è un’iniziativa a cura del Ministero del Commercio Estero e del Turismo del Perù (MINCETUR) volta alla promozione, nei principali luoghi turistici del paese, di servizi e prodotti regionali sostenibili e che coinvolge imprese, associazioni di produttori agroalimentari, associazioni di artigiani ma anche hotel ed erogatori di servizi che fanno della sostenibilità la propria bandiera, utilizzando come fornitori i produttori selezionati appunto.

Io l’ho scoperta in occasione dell’ultima edizione di  Terra Madre Salone del Gusto di Torino, recandomi allo stand dedicato all’interno di un Parco del Valentino gremito di curiosi e appassionati di eccellenze enogastronomiche come me.

Qui ad accogliermi ho trovato Natalia Acosta Rivera, Coordinatrice di “Al Turista, lo Nuestro” per la Direzione Generale Strategia Turistica del Ministero, che mi ha presentato quattro importanti produttori peruviani che provengono dalle regioni di Arequipa, Cuzco e Puno e che hanno aderito con entusiasmo al programma.

Il primo produttore con cui parlo è una donna e si chiama Reyna Callata Chaco e rappresenta l’azienda Arapa S.A.C che si occupa di allevamento, trasformazione e commercializzazione di trote biologiche. Il bello di questa realtà – creata nel 1989 con obiettivi sociali – è che è diventata presto un importante mezzo di sostentamento per la comunità locale che vive sulle rive della Laguna Arapa, nella regione di Puno, nel sud est del Perú. Tra i loro prodotti di punta ci sono i filetti di trota fresca, la trota affumicata con legna da alberi autoctoni che le conferiscono un particolare profumo e sapore, la trota in scatola e il caviale di trota. Tutti prodotti con metodi di acquacoltura sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e dei lavoratori, ma anche con caratteristiche organolettiche tanto da essere ingredienti di prima scelta per i più importanti chef del Perù.
Infine una chicca: “Coloro che si occupano dell’alimentazione delle trote di allevamento sono tutte donne” – svela Reyna – “perché noi donne siamo più portate per un tipo di lavoro che richiede precisione e delicatezza. E poi perché come azienda ci interessava sostenere il lavoro femminile”.

al_turista_lo_nuestro_mincetur_torino_terra_madre_salone_del_gusto

Natalia Acosta Rivera, Coordinatrice di “Al Turista lo Nuestro” e Reyna Callata Chaco in rappresentanza dell’azienda Arapa S.A.C che si occupa di allevamento, trasformazione e commercializzazione di trote biologiche.

Partecipo a una degustazione della trota affumicata e ne rimango davvero entusiasta: buonissimo profumo, ottima consistenza e sapore davvero gradevole anche così al naturale, su una bruschetta e un filo di olio extravergine da olive biologiche di un altro piccolo produttore peruviano presente allo stand: Oliva Garden Perù.

Si tratta di un’azienda della Valle di Acarí nella provincia di Caravelí, ad Arequipa nel sud del Perú che produce olio d’oliva e olii organici e suoi derivati. Parlo della filosofia alla base di Oliva Garden Perù e dei suoi prodotti in compagnia di Julia Yolanda Mancini Pacheco. Tra i prodotti che più mi colpiscono, oltre all’olio d’oliva con bassissima acidità (-1%) – dunque perfetto per pesce d’acqua dolce come la trota per esempio, ma anche zuppe e verdure – ci sono anche due tipologie di olive da “picoteo” (aperitivo): le nere che sono olive mature, quelle cadute dagli alberi per intenderci, e le verdi che vengono invece raccolte dall’albero. Tra i prodotti che più mi incuriosiscono però ci sono le olive ripiene di castagne. Peccato non averle assaggiate!

oliva_garden_peru_al_turista_lo_nuestro_salone_del_gusto_terra_madre_torino

Yolanda Mancini Pacheco dell’azienda Oliva Garden Perù che produce olio d’oliva extravergine da olive biologiche.

Incontro poi Jorge Martin Cereceda Castro in rappresentanza dell’azienda di prodotti naturali MUNAY S.R.L, azienda familiare di Cuzco, nella zona sud est del Perù, sul versante orientale della Cordigliera delle Ande, che si dedica alla produzione, distribuzione e trasformazione di prodotti integrali e biologici. I suoi prodotti si distinguono per l’origine e l’alta qualità. Provengono tutti da agricoltura biologica e non contengono naturalmente additivi e conservanti. Assaggiando la frutta secca e il muesli andino, percepisco dei sapori incredibili, di cereali che non conoscevo. In Perù infatti c’è una varietà incredibile da questo punto di vista, un vero orgoglio per il paese intero.

 Jorge Martin Cereceda Castro presenta i prodotti dell'azienda biologica Munay

Jorge Martin Cereceda Castro presenta i prodotti dell’azienda biologica Munay che produce e commercializza cereali andini.

Infine ho il piacere di parlare con Flavio Fabián Flores Olayunca rappresentante della CORPORACIÓN BIO PERU S.A.C., membro del Consorzio Regionale di Produttori di Stevia e Piante Aromatiche di di Cuzco, con sede nella sierra sud del Perú. L’obiettivo di questa associazione, di cui fanno parte 167 agricoltori, è quello di commercializzare stevia, e diversi infusi di piante aromatiche come la camomilla, la muña, il té verde e la salvia, zuccherati con stevia in polvere naturalmente. Ad oggi l’azienda conta 5.5 ettari di coltivazioni e un piccolo impianto di lavorazione.
Flavio mi parla del prodotto stevia che io confesso di conoscere davvero poco. Si tratta di una pianta le cui foglie essiccate hanno un altissimo potere dolcificante a calorie 0. Molto meglio dei coloranti artificiali che comportano anche rischi seri per la salute.

stevia_salud_bio_peru_salone_del_gusto_torino_al_turista_lo_nuestro

Lanciato nel 2012, “Al Turista, lo Nuestro” – programma che include le regioni di Cuzco, Ica, Arequipa e Puno, ma che da inizio 2016 coinvolgerà anche i territori di La Libertad, Lambayeque, Piura e Tumbes – sembra già essere un’iniziativa di successo. Il MINCETUR ha infatti dichiarato che da quando è iniziato il progetto, i produttori coinvolti hanno raggiunto un volume di vendite per più di 1,3 milioni di euro, con una crescita annuale del 100%.

Per maggiori informazioni sui produttori coinvolti:

– Munay: www.munayperu.com
– Truchas Arapa: www.truchasarapa.com
– Bioperu: www.bioperu.com.pe
– Oliva Garden: https://www.facebook.com/Oliva-Garden-1108219479203005/?fref=ts

Leave a Reply