Senza categoria

Risotto radicchio e salsiccia: ricetta tipica trevigiana per #raccontamiunaricetta

By 4 Novembre 2014 One Comment

Chi ci legge da un po’, sa che martedì vuol dire #raccontamiunaricetta: un’incursione nelle cucine di chi ci legge per carpirne i segreti e svelare le ricette più buone della tradizione italiana. Ed oggi siamo ospiti della cucina “virtuale” di Carlo Battistella, laureato in Viticoltura ed Enologia, instancabile lavoratore e proprietario dell’Azienda Agricola San Giuseppe a San Pietro di Feletto (TV), che è nata nel 1990 da una passione di suo padre e che grazie alla sua felice posizione geografica, produce il famosissimo “CONEGLIANO VALDOBBIADENE Prosecco Superiore D.O.C.G”.

azienda_agricola_san_giuseppe

Il suo ruolo in azienda non è specifico, visto che si tratta di un’azienda a conduzione familiare. Segue di persona la fase della vendemmia, della vinificazione, della spumantizzazione fino al lavoro di vendita e ufficio. Alla mia domanda “Come mai ti piace cucinare”, lui risponde che questa sua passione nasce dal desiderio di mangiare bene e scegliere cosa mangiare. Il suo amore per la cucina nasce invece da bambino: gli piaceva osservare con attenzione nonna, mamma e zie mentre cucinavano.
CONEGLIANO_VALDOBBIADENE_DOCG_BRUT_Azienda_Agricola_San_GiuseppeRISOTTO AL RADICCHIO DI TREVISO E SALSICCIA

Ingredienti (4 persone)

400 GR. DI RISO VIALONE NANO
250 GR. DI RADICCHIO DI TREVISO
200 GR. DI SALSICCIA
OLIO DI EXTRA VERGINE DI OLIVA
CIPOLLA ROSSA
SALE PEPE
BRODO VEGETALE
GRANA PADANO a piacere

ABBINAMENTO VINO: Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Millesimato Brut.
Preparazione
Iniziate preparando un brodo vegetale, poi il soffritto tritando finemente la cipolla e ponendola in un fondo di olio extra vergine d’oliva. Quando la cipolla prende colore, aggiungete il radicchio di Treviso, precedentemente lavato e sminuzzato. Poi aggiungere la salsiccia, anch’essa sminuzzata. Sfumate leggermente con mezzo bicchiere di vino bianco che poi abbineremo al piatto e lasciate asciugare in modo che si insaporiscano gli ingredienti. Per ultimo aggiungete il riso.
Per la cottura, mescolate costantemente il risotto, aggiungendo piano piano il brodo vegetale in modo che si asciughi bene, creando una specie di cremina tra i chicchi di riso.
Quando il riso è poco più che al dente, si aggiunge una grattugiata di pepe e, per chi piace una spolverata di Grana Padano.

Al piatto della tradizione trevigiana abbiniamo una bollicina DOCG, il Conegliano Valdobbiadene ProseccoSuperiore Docg Brut Millesimato per sgrassare un po’ la salsiccia e contrastarne anche il dolce della stessa e del Radicchio.

“Un’ultima domanda Carlo… Pensi che la passione per i vini e quella per la cucina vadano di pari passo?”
“Certo! Soprattutto visto il lavoro che svolgo… Al giorno d’oggi, infatti, è importante saper anche consigliare il cliente su come abbinare i miei vini e non solo”Questa è la ricetta ed io, con la scusa che non avevamo una foto del piatto, l’ho provata proprio ieri… Et voilà!

Invece per degustare il suo prosecco devo aspettare Golosaria, imperdibile appuntamento milanese per gli amanti dell’enogastronomia, proprio come me, di cui vi parleremo presto!

risotto_radicchio_di_treviso_e_salsiccia
Buon appettito allora e cin cin!
Valentina

One Comment

Leave a Reply