Senza categoria

Un weekend in Toscana a San Giuliano Terme: cosa vedere e cosa fare

By 12 Giugno 2013 No Comments

Eccomi di nuovo! Nel mio ultimo post vi ho dato qualche consiglio per organizzare, dal punto di vista logistico, un weekend a San Giuliano Terme, mentre oggi vi voglio parlare di cosa potreste fare una volta arrivati qui!
L’offerta turistica del territorio è sicuramente molto varia e di certo non vi annoierete! Proverò a sintetizzare il meglio di ciò che potrete trovare a San Giuliano Terme, voi naturalmente lasciatevi guidare dalle vostre passioni e interessi per organizzare il weekend più adatto a voi!

Cosa vedere (assolutamente) a San Giuliano Terme

Tanto per iniziare, se venite in queste zone, non potete non visitare le splendide Villestoriche, costruite ai piedi del Monte Pisano tra il XV e XIX secolo, per volere di alcune famiglie dell’aristocrazia pisana e fiorentina, che decisero di vivere qui tra le colline e il mare. Durante il mio #SGTour ho avuto la fortuna di visitarne ben tre:

  • Villa Roncioni: si trova a Pugnano, nella frazione di San Giuliano Terme e ha una lunga storia. Fu acquistata nel 1468 da Guelfo Roncioni e per oltre due secoli fu adibita a uso di cascina-fattoria poi dal Settecento questo luogo di produzione agricola e residenza occasionale durante le battute di caccia divenne una vera e propria villa. Verso la metà dell’Ottocento fu anche realizzato un grande parco all’inglese che ospita la cappella familiare, un castello (rimasto purtroppo incompiuto), una cascata, un lago e una grotta artificiale che fungeva da cantina per la conservazione dei vini.
    Dal 2011 Villa Roncioni è sede della Fondazione Cerratelli, in cui è conservata l’eredità della famosa Casa d’arte fiorentina, formata da circa venticinquemila costumi di scena (io ho avuto l’onore di indossare quello della bisbetica domata) e ventimila fra locandine di film, fotografie di scena, manifesti e bozzetti.
  • Villa di Corliano: si tratta di una villa con una struttura rettangolare-classica, ma resa elegante e nobile da una sottile decorazione a graffito su tutti i prospetti (oggi visibile solo in alcuni punti)
    Nella parte superiore del fronte posteriore si leggono i simboli della virtù (l’albero per la forza, il pomo per l’abbondanza e il velo per la fortuna) intervallati dai motivi delle arpie, corone di fiori e frutta, uccelli..
    Molto bello il parco che circonda la villa e che rende la struttura molto armonica dal punto di vista architettonico.
    Oggi la villa è stata riportata al suo antico splendore grazie ai lavori commissionati dal suo proprietario, il Conte Ferdinando Fantini Venerosi della Seta che l’ha trasformata in un albergo di lusso… Dove tra l’altro ritornerò a luglio per il matrimonio di un mio caro amico.
  • Villa del Lupo: La villa risale alla fine del XVIII secolo e fu costruita molto probabilmente dall’architetto Alessandro Gherardesca, un professore all’Accademia di Belle Arti di Pisa, su richiesta di un abate della famiglia pisana dei Del Lupo. Purtroppo di questa villa posso dire ben poco perchè l’abbiamo visitata di fretta e furia visto che era in atto un banchetto di nozze. Ma una cosa mi ha colpito particolarmente: la varietà dei pavimenti, tanto che ne ho fatto un patchwork, di cui vado fiera! 😛

Cosa fare a San Giuliano Terme

Per chi ama le vacanze relax, non posso che consigliarvi di trascorrere almeno una giornata alle terme dei Bagni di Pisa Palace & Spa. Qui potrete lasciarvi coccolare da trattamenti benessere e rilassarvi nelle bellissime piscine termali, una all’aperto e l’altra coperta dotata di idromassaggio. In più, per chi vuole depurarsi e detossinarsi dal profondo, c’è la Grotta termale dei Granduchi: un suggestivo bagno di vapore termale in una grotta naturale dove riequilibrare corpo e mente.

Chi invece preferisce una vacanza attiva a contatto con la natura può sempre optare per delle belle escursioni naturalistiche. Se l’idea vi stuzzica, date un’occhiata al sito di VadoeVedo: qui potrete prenotare una delle numerose escursioni organizzate da una guida preparata e coinvolgente che saprà mostrarvi il vero volto della natura intorno alla città di Pisa! Noi abbiamo fatto con lui un itinerario alla scoperta del Monte Pisano fra natura, chiese, torri e castelli.

Per chi ha il pallino dell’enogastronomia come me, vi segnalo che in queste zone incrocerete la Strada dell’olio del Monte Pisano. Qui infatti le pendici dei monti sono colonizzate da un lavoro secolare di introduzione dell’olivo che trova proprio in queste zone il terreno ideale per produrre olive e dunque un olio davvero buono. Già dall’Ottocento questo prodotto era conosciuto e apprezzato e sono numerosi i riconoscimenti ricevuti durante le esposizioni internazionali. Potrebbe dunque essere un’idea carina visitare le varie aziende che producono questo nettare fruttato, magari per scoprirne le tecniche di produzione o semplicemente per deliziare il vostro palato!

crostini-olio-pisano

Inutile dire poi che in queste zone si mangia benissimo! Per un approfondimento su piatti tipici e posti dove mangiare vi rimando a questo mio precedente post.

Quando andare a San Giuliano Terme: eventi e manifestazioni 

San Giuliano Terme e il suo territorio sono belli in qualsiasi stagione: d’estate, vista la vicinanza alla spiaggia ma anche d’inverno per rilassarsi nelle sue belle piscine termali per esempio. Ma se volete visitarla in due momenti particolarmente significativi per la città, vi consiglio: il Settembre Sangiulianese, mese dedicato a musica, danza e teatro oppure l’Agrifiera, la fiera di Pontasserchio dal 24 aprile al 1 maggio, dove potrete ammirare e degustare tutto ciò che di buono è in grado di offrirci la terra!

NB. le foto del post sono fatte con il mio fidato iPhone 4 e qualcuna è tratta dal mio profilo Instagram. Se volete  gustarvi qualche foto scattata con la nostra reflex curiosate nel profilo Flickr di Domenico (mio paziente fidanzato).

Valentina

 

Leave a Reply