Senza categoria

Sirmione da vedere e da vivere: non solo terme e benessere

La chiamano la “Perla del Garda” ed è difficile definire Sirmione in un altro modo, visto lo splendido contesto paesaggistico in cui è immersa.
Siamo nella sponda lombarda del Lago di Garda e qui è davvero facile sentirsi dentro una fiaba perché gli elementi ci sono tutti: c’è il castello e il borgo medievale rimasto immutato nel tempo, il lago abitato da anatre selvatiche e cigni e poi ci sono le terme, luogo ideale in cui ambientare una favola moderna fatta di coccole e benessere. Manca solo il principe azzurro, ma se si viene qui in comopgnia della dolce metà, allora è fatta!

Sirmione da vedere
Il borgo medievale di Sirmione è molto suggestivo e per questo particolarmente amato e preso d’assalto dai turisti di tutto il mondo.

darsena_castello_scaligero_sirmione

Panorama dalla torre del Castello Scaligero – Sirmione

Castello Scaligero di Sirmione
Un’imponente fortezza medievale che sorge sulle acque del Lago di Garda. Questo è lo spettacolo che vi ritroverete davanti una volta arrivati vicino alle mura merlate del borgo di Sirmione.

Il Castello Scaligero è stato costruito nel XIII secolo probabilmente sulle rovine di un’antica fortificazione romana. Il suo scopo era quello di difendere il borgo e di controllarne il porto. Oggi si può accedere al castello solo attraverso il ponte levatoio.
Il castello è aperto ai visitatori da martedi a sabato dalle 8,30 alle 19,30 (l’ultimo ingresso è alle 19,00). Mentre la domenica l’ingresso è dalle 8,30 alle 14,00 (l’ultimo ingresso è alle 13,30).
Il biglietto intero costa 4€ mentre il ridotto 2 €.
Inutile dire che lo spettacolo che si gode salendo fin su in cima alle torri, vale decisamente il costo del biglietto di ingresso.

castello_scaligero_sirmione

Panorama su Sirmione dal Castello Scaligero

Parco_archeologico_grotte_di_catullo_sirmione

Gritte di Catullo, Sirmione

Grotte di Catullo
Nella punta estrema della penisola di Sirmione si trovano i resti di una antica villa romana databili fra il I secolo a.C. e il I secolo d.C., attribuiti a Caio Valerio Catullo e conosciuta da secoli con il nome di “Grotte di Catullo”.
Si arriva  al parco archeologico con una bella passeggiata di circa un chilometro che attraversa il centro di Sirmione. Per informazioni su orari di apertura e costo biglietti potete visitare questo sito.

Grotte_di_catullo_sirmione

Parco archeologico Grotte di Catullo

Cosa fare a Sirmione

  • Relax alle terme di Sirmione
    Chi viene a Sirmione non può non approfittare dei benefici delle sue acque termali. Il Centro Benessere Termale Aquaria è infatti una meraviglia per chi vuole rigenerarsi tra saune, bagni turchi e piscine termali con vista sul lago.
    Le sue acque sono sulfuree e ve ne accorgerete dall’odore non proprio piacevole che vi accoglierà all’ingresso. Ma vi abituerete presto e potrete così apprezzare i benefici di una una mattinata o un pomeriggio di relax. L’ingresso costa 43€ nei giorni festivi ed è valido per 5 ore. Quindi guardate bene l’orologio perché ogni ora in più costa 10€. Accappatoio e cuffia vengono forniti all’ingresso insieme a dei campioni monodose di prodotti termali. Dovrete portarvi da casa solo le ciabatte, a meno che non vogliate acquistarle lì.
terme_sirmione

Ingresso Terme di Sirmione

  • Aperitivo nel cuore di Sirmione
    Nella centralissima via Santa Maria Maggiore, praticamente il corso di Sirmione, c’è un bar con una buona selezione di birra artigianale in cui fare aperitivo. Magari dopo un pomeriggio alle terme, proprio come abbiamo fatto noi. Si chiama Bar Fantastico e anche se al bancone si sta un po’ strettini, potrete sorseggiare la vostra birra artigianale o spritz accompagnati da ottime focacce e pizze appena sfornati. Questo bar è infatti anche una trattoria, pizzeria, con prezzi incredibilmente accessibili nonostante si trovi nel cuore di una Sirmione super turistica.
  • Pranzo per assaggiare specialità a base di pesce di lago al Ristorante La Fiasca. Qui potrete assaggiare ottimi primi piatti come i buonissimi tortelli di tinca affumicata su crema di piselli e bigoli con sarde, pomodori secchi e pan grattato. Due primi eccezionali per i quali vale davvero la pena venire qui.

Dove dormire a Sirmione
Noi siamo stati per una notte all’Hotel Fonte Boiola, un grazioso 3 stelle sulle rive del Lago di Garda, dotato di una bella piscina termale all’aperto e con buon rapporto qualità-prezzo. La struttura, come la maggior parte degli hotel e B&B di Sirmione, è convenzionato con il  Centro Benessere Termale Aquaria. Vi consiglio di acquistare l’ingresso alle terme una volta arrivati in hotel, approfittando così di uno sconto del 20%.

hotel_fonte_bojola_sirmione

Vista sul lago – Hotel Fonte Boiola, Sirmione

Gli hotel a Sirmione sono mediamente cari: da 100€ in su per una camera matrimoniale. Se volete qualcosa di più economico vi consigliamo di alloggiare in un Bed & Breakfast. Molto grazioso, per esempio, è il centralissimo Le Rêve, all’interno delle mura in Piazza Carducci, in cui ha alloggiato una coppia di nostri amici: camere ampie, ottima colazione e proprietari cordiali. Il costo è sugli 80€ a notte.

molo_piazza_carducci_sirmione

Molo in Piazza Carducci – Sirmione

Come arrivare a  Sirmione (con i mezzi pubblici)
Noi siamo partiti da Milano in treno: se prendete il Frecciabianca in un’oretta e con una spesa di circa 20 euro a testa arriverete a Desenzano, nodo ferroviario più importante del Lago di Garda. Poi da lì si può prendere un taxi che con una spesa di 20€ vi porta in 20 minuti al vostro hotel, oppure prendere l’autobus che vi costa 1,80€ e in 20 minuti vi lascia alla fermata degli autobus, appena fuori le mura.

Leave a Reply