Viaggi di gusto

Uno dei parchi più belli d’Italia e forse al mondo: il Giardino di Ninfa

Stamattina, in preda a una voglia irrefrenabile di verde urbano, ho iniziato a frugare online per cercare nuove ispirazioni di viaggio e ho trovato un’interessante classifica sui 10 parchi giardini più belli d’Italia.
Purtroppo mi sono subito resa conto di conoscerne solo uno fra quelli citati, ovvero il Parco del Castello di Miramare a Trieste che vi consiglio assolutamente di vistare se ancora non lo avete fatto!
Continuando poi a leggere il post sui 10 parchi giardini più belli d’Italia, la mia attenzione è stata letteralmente rapita dall’immagine di una natura verde e rigogliosa che sembra quasi fagocitare alcuni ruderi probabilmente di epoca medievale e così mi soffermo sulla didascalia…
Si tratta del Monumento naturale Giardino di Ninfa, uno di quei luoghi in cui ho sempre sognato di perdermi fin da bambina, nella speranza di incontrare qualche gnomo, unicorno o altro essere fantastico.

giardino_di_ninfa_fiume_

Ph credits: http://www.fondazionecaetani.org/

Qui si può restare a bocca aperta davanti alla varietà di colori e profumi delle oltre 1300 piante differenti del Giardino botanico, tra i più belli d’Italia e al mondo: ciliegi, betulle, meli ornamentali, camelie, magnolie, aceri giapponesi, rose rampicanti che ricoprono antiche rovine e iris palustri che colorano il laghetto e incorniciano il fiume Ninfa e gli altri piccoli ruscelli, e ancora piante esotiche come banani e avocado, sono solo alcune delle meraviglie della natura che potrete vedere.

giardino_di_ninfa

Ph credits: Stefano Manfredini – http://www.fondazionecaetani.org/

Mentre nel Parco naturale Pantanello potrete vedere l’ambiente che c’era prima della bonifica delle paludi pontine che si estende per cento ettari al di fuori delle mura del Giardino di Ninfa. Molto interessante anche per l’aspetto faunistico dato che tra la vegetazione vivono oltre 100 specie di animali.

Giardino_di_ninfa_fiume

Ph credits: http://www.fondazionecaetani.org/

L’Oasi di Ninfa – che prende il nome da un tempietto di epoca romana dedicato alle Ninfe Naiadi che si trova qui – è compreso all’interno di un Sito d’Importanza Comunitaria tra i Comuni di Cisterna di latina e Sermoneta e si estende su un’area di 1852 ettari, gestita dalla Fondazione Roffredo Caetani e che fa parte del sistema delle Oasi Affiliate del WWF.

giadino_di_ninfa_giardino_botanico

Ph credits: http://www.fondazionecaetani.org/

Il Giardino di Ninfa è aperto al pubblico solo in determinati giorni e per visitarlo è necessario prenotare online inviando un’email a caetani.giardinodininfa@panservice.it oppure a caetani.monumentonaturale@panservice.it.

Leave a Reply