Viaggi di gusto

Vacanza a Budapest: le 5 esperienze che rifarei

By 25 gennaio 2016 No Comments

Prima di partire in vacanza, per praticità e soprattutto se si ha poco tempo, c’è chi stila una lista di luoghi di interesse da visitare assolutamente, io invece mi lascio trasportare generalmente dal mio istinto e provo a fare le esperienze che più mi interessano e che penso possano imprimersi indelebilmente nella mia memoria.

Se ripenso per esempio al mio viaggio a Budapest, sono numerosi i luoghi che mi hanno affascinato, emozionato… Impossibile non rimanere letteralmente a bocca aperta davanti alla bellezza ammaliante della capitale dell’Ungheria, dove storia, cultura e architettura sono davvero uniche. Nella cosiddetta “Perla del Danubio” coesistono infatti più anime e si respirano atmosfere medievali, romaniche, ottomane, austriache ed ebraiche.
Il Castello di Buda, il Bastione dei Pescatori e la Chiesa di San Mattia sono solo alcuni tra i numerosi punti di interesse della parte antica di Budapest: Buda che sorge nella collina posta sulla riva destra del fiume Danubio e che fu unita nel 1873 con le città di Óbuda e Pest per costituire l’odierna capitale ungherese.

Fishermans Bastion

Bastione dei Pescatori, Budapest

Ed è proprio a Pest, la parte più moderna e innovativa della città, che si trovano altre importanti attrazioni come il Palazzo del Parlamento e il Duomo di Santo Stefano per esempio.

Parliament Budapest

Parlamento di Budapest

Insomma, non basta certo un fine settimana per visitare questa splendida città dai mille volti, ma se dovessi consigliarvi le 5 esperienze da fare a Budapest, nel caso abbiate poco tempo a disposizione per visitarla, ecco quali vi direi di getto:

1. Fate una gita in battello lungo il Danubio

Visitare una città come Budapest, da una prospettiva differente, è senza dubbio il miglior modo per innamorarsene. Ecco perché vi consiglio di concedervi una crociera a bordo di un battello lungo il Danubio. Navigando il fiume che divide in due la città, vi farete un’idea molto più completa della capitale ungherese e in più potrete godere di un’atmosfera davvero romantica. Io ho provato la crociera turistica diurna Duna Bella, che si può acquistare anche online al costo di 13€ che dura circa 1 ora. A bordo avrete l’adioguida (anche in lingua italiana) e poi vi verranno offerte bibite (una all’andata e una al ritorno) e inoltre potrete usufruire della connessione Internet Wi-Fi. Per chi lo desidera poi, si può scegliere di restare un’ora e mezza sull’isola Margherita, dove potrete avere degli sconti che vanno dal 10% al 25% su alcuni servizi come ristoranti, bar, noleggio biciclette e nei bagni termali del Thermal Hotel.

Danube Cruise Budapest

Crociera turistica in battello lungo il Danubio

2. Noleggiate un risciò per esplorare l’Isola Margherita

Avete scelto di provare anche voi la crociera lungo il Danubio? Allora non perdetevi l’occasione di esplorare l’isola Margherita, un bellissimo parco cittadino che sorge proprio al centro del Danubio e che rappresenta il polmone verde di Budapest. L’isola è accessibile solo ai pedoni, ed è una vera oasi di pace, molto amata non solo dai turisti, ma anche dagli abitanti di Budapest. In epoca romana fu una stazione termale molto apprezzata, mentre nel Medioevo ospitò chiese e conventi. Ed è proprio in uno dei suoi monasteri che la principessa Margherita, figlia del re Bèla IV, trascorse la sua breve esistenza. E proprio a lei l’isola deve il suo nome. Fu occupata dai Turchi nel XIII secolo, per poi essere abbandonata fino alla fine del XVIII secolo. Poi gli Asburgo vi fecero piantare centinaia di alberi per combattere l’erosione del suolo causato dalle alluvioni, e così l’isola nel XIX secolo fu trasformata in un grande parco cittadino aperto al pubblico.
Avrete un’ora e mezza di tempo per visitarla prima di riprendere la nave da crociera che vi riporterà sulla terraferma, ed è per questo che vi consiglio di noleggiare una bicicletta o un risciò a pedali in modo da girarla tutta.

Bicycle car Margaret Island Budapest

Risciò Isola Margherita, Budapest

Per poi magari fermarvi a “fare merenda”, proprio come me, con un enorme batuffolo di zucchero filato, che potrete acquistare da uno dei tanti venditori in ogni angolo del parco. Sarà un po’ come tornare bambini!

Isola Margherita Budapest

Io e lo zucchero filato – Isola Margherita, Budapest

3. Fate colazione o merenda in uno dei tanti caffè storici della città

Chi mi segue, sa che amo viaggiare anche e soprattutto scoprendo la cultura enogastronomica dei luoghi che visito. E  Budapest ha una lunga tradizione di caffè storici, veri templi del gusto,dalle atmosfere eleganti e retrò, in cui assaporare dolci di alta pasticceria, magari accompagnati da un calice di Tocaji aszú (pregiato vino dolce ungherese, prodotto nell’omonima regione, e che mi fa letteralmente impazzire).
Tra i caffè storici che più mi sono piaciuti c’è sicuramente il Café Gerbeaud, fondato nel 1858, che sorge nella piazza centrale di Budapest Vörösmarty tér.

Un posticino d’altri tempi, ricco di marmi, bronzi e legni esotici con stucchi in stile rococò e sontuosi lampadari. Ecco, non proprio economico, ma dove vale la pena lasciarsi coccolare da delizie come questo macaron ai lamponi e crema di pistacchio: una di quelle meraviglie per tutti i sensi, che difficilmente ti scordi.

Macaron_Lampone_e_Pistacchio_Café_Gerberaud_Budapest

Macaron lampone e pistacchio al Caffè Gerberaud di Budapest

Un’ altra caffetteria storica molto interessante, se pur meno sontuosa del Café Gerbeaud , è l’Auguszt cukrászda, dove ho assaggiato una millefoglie di crema golosissima che vi consiglio di provare assolutamente.

Pastries historical cafes Budapest

Pasta alla crema da Auguszt (consigliatissima)

Infine non potevo non parlarvi del  Centrál Kávéház che, inaugurato nel 1887, divenne ben presto un caffé  lettarario frequentato da artisti e scrittori. Qui l’atmosfera è davvero accogliente e dato l’arredamento originale dell’epoca, è come fare un bel tuffo nel passato mentre si assaggia fine pasticceria e si sorseggiano ottime bevande calde.

Caffé storico Budapest

Io nel caffé Central di Budapest

4. Rilassatevi in uno dei bagni termali di Budapest

Se c’è un’esperienza che rifarei altre mille volte, nonostante la differenza di temperature tra l’acqua delle vasche termali e quella esterna, è la giornata rilassante trascorsa nei bagni termali Széchenyi di Budapest. La capitale ungherese è infatti famosa in tutto il mondo, oltre che per la sua bellezza e storia, anche perché dispone di diversi bagni termali con una storia molta antica che risale ai romani, a ben 2 mila anni fa per la precisione, e che sono giunti fino a noi grazie i turchi. Inoltre sono abbastanza economici, soprattutto se confrontati con i nostri impianti termali in Italia, perché un biglietto costa sui 15€ a giornata con utilizzo di cabina per cambiarsi e armadietto con lucchetto.
Io sono stata ai bagni termali Szechenyi, che si trovano a pochi passi dalla Piazza degli Eroi e dal Parco Municipale, e che rappresentano uno tra i più grandi complessi d’Europa (con 3 piscine all’aperto e 15 coperte) e i più antichi di Pest (costruiti nel 1909 in stile neobarocco).
Ma ci sono anche altri bagni termali adatti a diverse esigenze o gusti: come i bagni termali San Gellert e i bagni termali Rudas per esempio. Insomma, provate a informarvi e a scegliere quello che preferite.

Thermal Baths Budapest

Bagni Termali Széchenyi, Budapest

5. Godetevi la vista mozzafiato sulla città dal Castello di Buda

Ultima esperienza che non posso non consigliarvi, e che comunque rappresenta quasi una tappa obbligata se scegliete di trascorrere una vacanza a Budapest, è senza dubbio la visita al Castello di Buda, maestoso edificio medievale che, dall’alto dell’omonima collina, domina la città, offrendo un panorama davvero suggestivo.
Come si raggiunge? Semplice!Basta superare il famoso Ponte delle Catene e prendere la funicolare storica (costruita nel 1870) oppure se volete fare un po’ di sport e risparmiare tempo (c’è sempre fila per prendere la funicolare) e soldini (il costo del biglietto è sui 4 euro) potete percorrere la grande scalinata che arriva fin lassù.

View from Castle Hill

Vista dal Castello di Buda

Come arrivare a Budapest: sono numerose le compagnie aeree lowcost che collegano Budapest ai principali aeroporti italiani. Io ho viaggiato a una tariffa particolarmente conveniente con Wizzair durante il periodo di Pasqua.

Dove dormire: visitate la sezione alloggi del sito ufficiale dell’Ente del Turismo dell’Ungheria e troverete numerose soluzioni adatte ai vostri gusti e alle vostre tasche. Un solo consiglio: restate nel centro di Pest in modo da avere a portata di mano tutti i servizi e potervi spostare tranquillamente anche a piedi.

Leave a Reply