Senza categoria

Mostra fotografica Wim Wenders America a Villa Panza

By 28 Gennaio 2015 One Comment

Il messaggio registrato della mia macchina era:
Qui è accaduto qualcosa di indicibile,
di assolutamente infernale.
Ma il tempo guarirà le ferite.
Fate in modo che tutto questo non generi altro odio.
Fate che le vite perse qui
non diventino la causa di altro odio,
di altri spargimenti di sangue.
Che questo sia sempre un luogo di pace e guarigione.”

Queste sono le parole del grande regista e fotografo tedesco Wim Wenders, che si leggono sull’ultima didascalia dell’opera in cinque atti “Ground Zero” che fa parte della mostra fotografica Wim Wenders America allestita a Villa Panza, bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano – di Varese.

villa_panza_varese_fondo_ambiente_italiano

Villa Panza, bene del FAi, Fondo Ambiente Italiano di Varese

Queste che avete letto sono le parole di Wim Wenders uomo, prima che regista e fotografo. Parla la persona che nel suo percorso fotografico ci mostra luoghi riflessi di quello che ha trovato in un paese pieno di colore, nuvole, linee e spazi, figure umane vaghe, dove è andato solo per cercare ciò che incontrava, e cioè il vuoto, l’assenza delle persone.

“La fotografia ti prende e ti porta lì nella immagine e allo stesso tempo ti racconta un po’ di me” questo è ciò che vuole trasmettere Wim Wenders accompagnando lo spettatore lungo tutto il percorso di 35 fotografie che potrete ammirare fino al 29 marzo 2015 a Villa Panza. Preferisce trovarsi così, nel vuoto e da solo, portando con sé la macchina fotografica e sviluppando i suoi rullini mentre viaggia in quel paese dove ha vissuto per al meno 20 anni – gli Stati Uniti – capendo così la sua vera identità di artista europeo.

dettaglio_opera_mostra_wim_wenders_america

Una delle 35 fotografie di Wim Wenders in mostra a Villa Panza a Varese

Wim Wenders è un regista nel momento stesso in cui crea e immagina le sue storie, in quell’attimo in cui cerca questi luoghi e li adatta a ciò che racconta. Mentre  Wim Wenders fotografo è colui che si adatta a ciò che trova senza irrompere nella quiete. Ed è proprio questa la sensazione che trasmettono le grandi stampe fotografiche che si trovano all’interno di Villa Panza. Un posto adatto per il suo lavoro, dove le immagini e la Villa con le sue sale colore pastello, le decorazioni di stucco e i suoi corridoi dialogano perfettamente.

dettagli_villa_panza_varese

Decorazioni a stucco di Villa Panza

Il percorso museale finisce quando irrompe con la sua forza il silenzio, la distruzione e in un attimo siamo a Ground Zero ad osservare le immagini delle macerie delle torre gemelle. Il messaggio è lì: un luogo che chiede pace in tutta la sua essenza e poi c’è ancora la vendetta e la guerra.

E proprio come nel film documentario il Sale della Terra, in cui il grande fotografo brasiliano Salgado, viene “curato” dalla terra e dalla natura, così per Wim Wenders è convinto che i luoghi ci possono guarire dal male se riusciamo ad assorbirne la loro vera essenza.

Wim Wenders AMERICA
Dal 16 gennaio al 29 marzo 2015
Villa e Collezione Panza – Piazza Litta 1, Varese
Orari: tutti i giorni tranne i lunedì non festivi dalle 10 alle 18
Ingresso: Adulti 12,50 euro (martedì e mercoledì ridotto 10 euro); Iscritti FAI e bambini (4-14 anni) 6 euro; Studenti (fino a 26 anni) 8 euro giorni feriali e 10 euro sabato; domenica e festivi; Famiglia (2 adulti più 2 bambini) 30 euro.

Per ulteriori informazioni: wimwendersvillapanza.it

One Comment

  • […] Villa Panza è famosa in tutto mondo per la collezione d’arte contemporanea ospitata nei suoi saloni e nelle grandi scuderie, oltre che per i suoi ricchi arredi risalenti al XVI al XIX secolo. Impossibile non rimanere totalmente affascinati da tanta bellezza. Io vi consiglio di visitarla entro il 29 marzo 2015 in modo che possiate godere, come noi che ci siamo state, dello spettacolo della mostra fotografica Wim Wenders America. […]

Leave a Reply